Accademia
Georg Friedrich Händel - Alcina
Georg Friedrich Händel - Alcina
FESTIVAL D'AUTUNNO DEL MAGGIO - DEDICATO A VERDI
FESTIVAL D'AUTUNNO DEL MAGGIO - DEDICATO A VERDI
dal 18 ottobre 2022 al 26 ottobre 2022
dal 18 ottobre 2022 al 26 ottobre 2022
Si prega di prendere visione dell'informativa COVID-19 nella gestione dei posti e sulle modalità di accesso in Teatro 


Alcina di Händel debuttò al Covent Garden di Londra il 16 aprile 1735 riscuotendo un enorme successo. Due anni prima il compositore aveva dovuto lasciare il King’s Theatre, preso in gestione da un’impresa rivale, per trasferirsi nel nuovo teatro londinese. Lì diede vita alle sue ultime opere, tra cui Alcina, nate con l’intento di primeggiare sulle produzioni dell’impresa rivale e pertanto particolarmente curate e sontuose negli allestimenti. Al Covent Garden Händel poté disporre anche di un corpo di ballo, ragion per cui integrò la partitura con numeri di danza ed episodi corali sulla falsariga dell’opera francese. Il libretto anonimo dell’opera - che vede al centro il tema dell’incantamento d’amore - era ispirato al canto VII dell’Orlando furioso e a L’isola di Alcina, un’opera di Riccardo Broschi. La maga Alcina, grazie a un sortilegio, tiene legato a sé il cavaliere Ruggiero in un’isola incantata, ma grazie all’intervento di Bradamante Ruggiero riacquisterà coscienza e abbandonerà la maga nella disperazione. Tra apparizioni, magie, travestimenti e cambi di scena a vista svettano ovviamente le arie dei solisti, vero cuore pulsante dell’opera barocca. Per la maga e il suo amato il compositore realizzò infatti alcune tra le arie più apprezzate come “Ombre pallide”, cantata da Alcina o “Verdi prati, selve amene”, intonata da Ruggiero.

La recita del 24/10/2022 è offerta al pubblico con uno sconto del 50% del prezzo sui biglietti di ogni settore

Allestimento del Salzburger Pfingstfestspiele

La locandina è aggiornata al 13 luglio 2022