Il Maggio Fiorentino si presenta a Parigi alla stampa, operatori turistici e pubblico

Il Maggio Musicale Fiorentino a Parigi per presentare la Stagione e il Festival del Maggio.

Il 7 marzo alle 11, un incontro all’Istituto italiano di cultura per la stampa, gli operatori turistici e il pubblico: il Maggio parla di sé con il sovrintendente Cristiano Chiarot, Pierangelo Conte, coordinatore artistico e con il direttore dell’Istituto Fabio Gambaro

Firenze 5 marzo 2019 –  Il 7 marzo alle 11, un incontro all’Istituto italiano di cultura per la stampa, gli operatori turistici e il pubblico: il Maggio parla di sé per parlare della stagione che sta per concludersi e anticipare il prossimo Festival.

Afferma Cristiano Chiarot: “C’è tanta Francia nel Maggio e sono forti e culturalmente proficui i legami che il nostro Teatro ha con Parigi e l’Opéra, dai due allestimenti dell’Opéra National de Paris (Clemenza di Tito di Mozart e Lear di Reimann) appunto, al Fernand Cortez di Gaspare Spontini con libretto in francese, fino a Lakmé di Léo Delibes, che verrà messa in scena nella stagione 2020/2021; inoltre sono forti i legami culturali tra Firenze e Parigi che mi piace sottolineare soprattutto in questo periodo: nella nostra città si celebreranno quest’anno i 500 anni dalla nascita di Caterina de’ Medici personaggio chiave per la storia della città di Firenze – ma anche per le vicende d’Italia e di Francia –  inoltre stanno per essere varate le celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. In entrambe le ricorrenze il Maggio sarà presente con la propria musica”.