fbpx
Sesto Quatrini dirige Carmen “”Quello al Maggio è un debutto che sogno fin da quando ero bambino”

Firenze, 9 ottobre 2019  – Carmen e i suoi tormenti amorosi tornano sul palcoscenico del Maggio Musicale Fiorentino. L’opera-comique in quattro quadri di Georges Bizet, su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy, tratta dalla novella omonima di Prosper Mérimée, nell’allestimento con la rivisitazione del finale firmata dal regista Leo Muscato entrata da tempo nel repertorio del teatro fiorentino dà appuntamento al pubblico domenica 13 ottobre alle 20 (altre recite: 15, 17, 18 e 22 ottobre alle 20; 19 ottobre alle 15:30). Al suo debutto sul podio del Teatro del Maggio, c’è Sesto Quatrini, giovane e talentuoso direttore d’orchestra.

Sono felice e soddisfatto del lavoro fatto con l’Orchestra, il Coro del Maggio e con il cast di questa Carmen – spiega Sesto Quatrini -. Quello al Maggio è un debutto che sogno fin da quando ero bambino, per me è motivo di particolare orgoglio essere a Firenze e condurre un’orchestra eccezionale come questa. Il pubblico che verrà ad assistere allo spettacolo avrà modo di ascoltare l’edizione completa, dalla prima all’ultima nota, del capolavoro di Bizet del 1875. Carmen è un’opera di fuoco e sangue, vibrante dall’inizio alla fine, che sottopone il direttore d’orchestra ad una sfida grandissima, quella di tenere alta la tensione drammatica durante tutto l’arco dell’opera. La mia lettura del capolavoro di Bizet è una lettura a tinte forti, con una grande differenziazione tra i temi dell’amore e le tinte più noir della partitura”.

La recita del 13 ottobre 2019 sarà trasmessa in diretta da Rete Toscana Classica.