fbpx
Approvato ufficialmente dalla Corte dei Conti il piano di risanamento della Fondazione del  Maggio Musicale Fiorentino

Il placet dopo i pareri favorevoli del ministro Bonisoli, del ministro Tria e del Commissario straordinario per le Fondazioni lirico-sinfoniche Sole.

Firenze – 3 maggio 2019 – La Corte dei Conti ha ufficialmente approvato il Piano di Risanamento per il triennio 2016 – 2018 della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, dopo i pareri favorevoli del Commissario Straordinario di Governo per le Fondazioni lirico-sinfoniche, avvocato Gianluca Sole, e del Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria.

“E’ una tappa importante sulla strada della stabilità della nostra Fondazione e ci consente di impostare ora il futuro su basi ancor più solide” afferma il sovrintendente del Maggio Musicale Fiorentino Cristiano Chiarot. “Questa circostanza certifica come il processo intrapreso negli ultimi anni stia andando nella giusta direzione”.

La Fondazione aveva presentato delle modifiche e degli aggiornamenti al piano originario per raggiungere il pareggio economico e l’equilibrio patrimoniale tenendo conto anche delle ri-patrimonializzazioni degli enti soci, Comune di Firenze e della Regione Toscana avvenute nel 2018.

“Rimangono, ovviamente, delle criticità sotto il profilo finanziario e di cassa” continua il sovrintendente, “ma queste possono essere oggi affrontate con maggiore serenità e convinzione anche grazie al duro lavoro di tutti e alla vicinanza mostrata, non solo a parole, dalla Regione Toscana e dal Comune di Firenze, che mai hanno fatto mancare il loro apporto alla Fondazione.”